Cerca
  • El Pincha Uvas

Meraviglie, da pezzi di scarto

Se avete letto qualcuno dei post precedenti avrete già scoperto un pò di miei lavori, creazioni e idee. Anticipo che ho già in testa, ben chiari, almeno altri tre nuovi progetti.

Fino ad oggi ho lavorato tantissimo con i bancali di legno. Li ho usati come scarpiera, base per la collezione di portachiavi, divano per il balcone, tavolo di lavoro per il mio laboratorio e altre cose.

Ogni lavoro ha lasciato qualche pezzo di scarto. Chiunque li chiama pezzi di scarto. E per il "sig. Chiunque" i pezzi di scarto vanno buttati perchè ormai non servono più a nulla. I pezzi di scarto sono una nullità. Questa è la mentalità.

Ma siamo sicuri? Ma sono pezzi di scarto o se fatti rinascere diventano delle figate pazzesche ?

Da un pò di tempo nel mio laboratorio c'erano dei pezzi avanzati da un lavoro. Erano quattro pezzi di bancale molto stretti (con una strana forma) e dei semplici pannelli di compensato osb.


Per molti sarebbero stati pezzi di scarto da buttare. Ma io ho guardato quelle fiancate per giorni. Erano così belle... sono così belle! Altro che pezzi di scarto!

E ad un certo punto ho capito tutto. E' diventato tutto chiaro. Quando mi accade così è come pensare ad una foto sbiadita in cui poi, dal nulla, tutto va a fuoco e prende una forma nitida e molto definita.


Con i famosi pezzi di scarto del "sig. Chiunque" ho creato un mobile di color noce antico che ho posizionato nell'androne di casa mia. Per decorarlo ho seguito i consigli di chi mi vuole bene e l'ho riempito di piante aromatiche.


"Pezzi di scarto? No, nel modo più assoluto. Figate pazzesche"



LA REALIZZAZIONE

  1. Ho preso i pezzi di legno, che erano già tagliati e li ho levigati;

  2. Poi ho applicato due mani di vernice protettiva per legno "color noce" rispettando i tempi di asciugatura tra una mano e l'altra;

  3. Infine ho fissato i pezzi con delle semplici viti da legno;

  4. E that's it. Il mobile è pronto.





53 visualizzazioni

EL

PINCHA UVAS