Cerca
  • El Pincha Uvas

Pasqua con chi vuoi


Non sempre serve tagliare del legno per costruire qualcosa di nuovo.

E oggi non scriverò di legno. Ma di altro.


Per costruire qualcosa di nuovo, forse, serve sempre inventare qualcosa di diverso.

L'apatia, il poltronismo, la sedentarietà o l' "Homerismo Simpson" non hanno mai cambiato il mondo.


Oggi, con i miei tre raggi di sole, ci siamo inventati una cosa molto semplice: la voglia di stare insieme.

Sembra banale. Ma non lo è.


La Pasqua dell'anno scorso l'ho vissuta facendo un lungo treeking per la zona della Cisa.

E' passato già un anno. E oggi è stato di nuovo Pasqua.

Quest'anno ho potuto dire quella famosa frase di "... e Pasqua con chi vuoi".

E quindi "ho voluto" (e potuto) con i miei tre raggi di sole.


Qualche giorno fa l'Anna ha buttato sul tavolo la sua creatività.


E mi ha detto:

"Papi, ho un'idea per Pasqua. Facciamo un bel menù. Antipasto, primo, secondo e dolce. Ognuno di noi sceglie un piatto. E lo cucina per gli altri. Con aiuto se necessario. Ma sarà il suo piatto".


Detto fatto.


ANTIPASTO - Teudis, 10 anni e mezzo

Fagottini di Mozzarella e Pomodoro


PRIMO - Anna, quasi 13 anni

Pasta Gratinata con Pistacchi, Zucchine e Mortadella


SECONDO - Io, anni troppi

Arrosto di Vitello al Vino Bianco con Patate, Pancetta e Carote


DOLCE - Jordi, 5 anni e mezzo

Crostata alla Marmellata di Albicocca


Non servono ristoranti famosi, grandi budget, stelle Michelin o destinazioni esotiche.

Spesso ci dimentichiamo quanto sia bello stare insieme in modo semplice.


Basta volersi bene.

Basta voler stare insieme.

Basta starci senza fronzoli ne imposizioni.

Bastare volerlo.

E basta farlo.




129 visualizzazioni1 commento

EL

PINCHA UVAS