Cerca
  • El Pincha Uvas

Neighbours (vicini)

Solo alcuni saprete che Neighbours era una soap opera australiana. In Italia non credo. Ma è stata molto famosa in Catalunya negli anni 80.

Con mia sorella la guardavamo sempre. Ci piaceva un sacco.

C'erano personaggi del calibro di Alan Dale, Kilye Minogue, Guy Pearce, Rusell Crowe, Natalie Imbruglia e altri.


Nella mia vita, ogni volta che ho pensato ai vicini, nelle tante case in cui ho vissuto, mi sono sempre tornati in mente quella serie tv, gli anni della mia giovinezza e mia sorella.

E' un ricordo molto bello.

Soprattutto mia sorella.


Nel nostro quotidiano "Neighbours (vicini)" è un rapporto che cresce nel tempo.

Come tutti i rapporti d'altronde.


Ricordo ancora una sera di circa due anni fa in cui creavo in box un gioco da regalare alla piccola Agata, la figlia di alcuni amici dove sarei andato a cena il giorno dopo.




Erano circa le 23.

Lavoravo con la serranda aperta e una piccola lucina.

Il box era allestito in modo completamente diverso a quello di oggi.

E' cambiato il box. E sono cambiato anche io.


La mia vicina era arrivata in macchina. Era tardi.

Ci eravamo salutati per alcuni mesi. Ma non ci conoscevamo.

Appena ha finito di parcheggio l'ho chiamata:

"Scusa, vieni a vedere cosa faccio. E' tardi. E mi vedi qui da solo con una lucina in box. Se non vedi penserai che sono un potenziale serial killer di quelli che si vedono in televisione"-

Lei si è fidata.

E' venuta. E ha visto.


Spesso tutto cambia se ti metti in azione. Come ho fatto io.

E spesso tutto cambia se ti fidi di qualcuno che ti ispira qualcosa di bello. Come ha fatto la mia vicina.


Da allora sono diventato molto amico anche del suo compagno. Ora marito.

Ho fatto loro qualche piccolo pensiero col legno.

Loro mi hanno portato uno stupendo olio pugliese dopo le ferie estive.

Siamo andati a mangiare fuori. Anche con i miei tre raggi di sole.

E abbiamo anche mangiato nelle rispettive case.

Una volta ho fatto partire la loro macchina coi cavi della batteria.

Lei mi ha fatto dei dolci ogni sabato di confinamento. Spesso spronata da lui, che in cucina non è nel suo ambiente naturale.

I miei figli hanno un meraviglioso rapporto con loro. Hanno anche confabulato via whatsapp a mia insaputa per il giorno del mio compleanno.


La vita è un percorso.

Incontri gente interessante.

Stai con chi vuoi bene.

Stai con chi ti vuole bene.

Questo è il bello di vivere.


Ma dobbiamo essere consapevoli che nulla succede senza un sacrificio.

Non ci succederà mai nulla di bello se non ci sforziamo.

La vita non regala nulla. Soprattutto a chi è fermo.


Oggi ho fatto un lungo giro in bici con degli amici.

Ho sbagliato a far colazione e ho avuto una grandissima crisi di fame durante la salita più lunga.

Ma sono arrivato in cima.

Con molto sacrificio.

E ci sono riuscito perchè c'erano loro ad aspettarmi. I miei amici.

E' stato bellissimo arrivarci. Riprendersi. E riuscire a finire il giro vedendo paesaggi mozzafiato.


  • Nella vita puoi mollare a metà salita. E tornare indietro senza goderti ciò che troverai in cima.

  • Puoi avere qualcuno nella porta accanto di cui non sai nulla. E' un completo sconosciuto da sempre.

Oppure puoi...

  • mettere in fila una pedalata dietro all'altra. E senza mollare, riuscire a goderti lo spettacolo dalla cima.

  • metterci un gran desiderio, suonare alla metaforica porta accanto, e con un pò di sano sforzo scoprire che esiste qualcuno con cui farsi una gran compagnia.

E un giorno il vicino ti scrive:
"Teudis, ho visto questo tavolo su Amazon con le gambe fatte in acciaio. Mi piace molto. Secondo te ce la potremmo fare a costruirle in legno?"
E tu rispondi:
"Proviamoci insieme. Sarà divertente"

Ed ecco qui.

In questo tavolo c'è davvero tanta passione, tecnica, precisione e lavoro.

Ora toccherà al vicino dipingerlo.

Ora toccherà a lui fissarci delle doghe di parquet per completare il piano di appoggio.

Così potrà sentirlo "più suo".

Come il Vinavil e ad Elthon John. Ma questo resta un segreto fra me e il vicino.





Lottati per sogni e desideri.

Godetevi ciò per cui vale la pena sacrifiarsi.

Perchè la vita non regala proprio nulla.

Ma di cose belle ne accadono davvero parecchie.

Occorre aprire tutti i sensi.

E darsi da fare.

Senza fretta. Ma senza soste.

63 visualizzazioni

EL

PINCHA UVAS