Cerca
  • El Pincha Uvas

Love is in the air (ita)

Casa mia. Qualche settimana fa.

"Jordi, ma quando è la recita di fine anno?"

"Bho, papi. Che ne sono. Tra un po' ".


Mi informo.

Ovviamente da Anna. Che è precisa. Molto più di me.

"Il 19 maggio papi".

Guardo il calendario. Dove mi segno gli appuntamenti.

Cavolo.

Il 19 maggio.

Il calendario riporta già "Prime partite torneo Teudissino".

Ci sono due eventi nello stesso momento.

"Habemus problemum".


"Ragazzi, cosa facciamo? Cosa volete fare?"

Teudissino prende la parola.

"Jordi, io avrei la prima partita del torneo. Tu ci tieni che venga alla tua recita?"

Jordi fa una faccia tra il triste e il dubbioso. "Teudis, le partite ci sono sempre. La mia recita c'è solo una volta all'anno".

"Ok, vengo alla recita."


Teudis ama giocare a calcio. Non perde mai un'allenamento.

Poco tempo fa è stato fermo un mese per un infortunio legato alla crescita. Per far compagnia alla squadra, è andato a vedere tutte le partite e allenamenti di quel periodo.

Nella sua scala di priorità l'amore per Jordi è passato al primo posto.

"Mister, non verrò alla partita. Ho la recita di mio fratello".


Anna era dietro le quinte ad aiutare.

Teudissino sui palchi con i suoi amici.

Io in platea.

Eravamo tutti lì per Jordi.


A fine recita io e Teudissino siamo andati da Jordi.

Loro due si abbracciavano. Si toccavano. Si davano spinte affettuose.

Era il loro modo per dire:

"Grazie per essere venuto" (Jordi)

"Sono felice di esserci stato. Sei stato bravissimo" (Teudissino)

E Anna?

Guardava orgogliosa e felice del rapporto tra i tre fratelli.




21 maggio.

Oggi è il mio compleanno.

Ne compio già (o solo) 44.

E' un'età in cui pensi al percorso fatto, a cos'hai vissuto, a chi hai incontrato e a cosa desideri per il futuro.

E' un'età in cui pensi a chi sei.

Loro tre sono la cosa più bella che mi è stata donata.


Oggi Jordi avrebbe avuta la comunione di un amico.

Teudissino si è arrabbiato:

"Fi..a Jordi, oggi dobbiamo festeggiare papà. Non puoi non esserci. Devi esserci".

La sua determinazione ha convinto il fratello. Volersi bene vuol dire anche questo.


I tre raggi di sole mi hanno fatto un regalo pensato. E l'hanno fatto con la complicità di un amico che mi vuole bene e che sapevano si sarebbe messo a disposizione.


Abbiamo trascorso il giorno insieme. Per fortuna non è una novità.

Anche oggi abbiamo vissuto un po' di aneddoti che magari racconterò in qualche post. Ma anche gli aneddoti e le avventure per aiutare chi ha bisogno non sono ormai una novità. Ci capitano sempre.


Teudis mi ha fatto un video su instagram per testimoniare come sono cambiato nel tempo. E con la musica dire a tutti che rialzarsi è sempre possibile.

Anna mi ha fatto un reel, con questo testo:

Penso che ci sia una frase che ti rappresenta al meglio: "Viure és aprendre a aixecar-se" (vivere è imparare ad alzarsi) e questo tu lo sai meglio di chiunque altro.

Sei un esempio per me, per i miei fratelli e per tutte le persone che ti circondano e, anche se forse non te ne rendi conto, ogni momento passato con te ci insegna delle cose preziose.

Creativo, sensibile, deciso, costante, sportivo, avventuroso, coraggioso, affettuoso, forte, generoso, altruista, divertente. Questo, ma anche molto altro, sei tu e non c'è una singola cosa che vorrei cambiare.

Auguri papà, ti voglio bene♥️


Cosa può desiderare di più un papà se non vedere dei figli che si vogliono bene?

Cosa può desiderare di più un papà se non essere felice di avere una famiglia che si ama e in cui tutti tentano di aiutarsi a vicenda?


LOVE IS IN THE AIR

Felici 44.

71 visualizzazioni

EL
PINCHA UVAS