Cerca
  • El Pincha Uvas

Amici

Cosa sono gli amici?

Sono coloro che ti fanno compagnia nel tuo percorso.


Sono coloro che ti sorreggono nel momento in cui tutti scappano.

Sono coloro che ti vogliono bene per ciò che sei e non per ciò che altri vorrebbero che tu fossi.


Io ho volutamente lasciato molta gente per strada.

E sicuramente molta gente ha lasciato per strada me.


Ho amici di lunghissima data.

E ho amici molto recenti.


Ho amici per i quali darei la mia propria vita.

Nel tempo, da loro, ho avuto delle gradite ed inaspettate sorprese.

Gesti da lacrimuccia e commozione.


  • Ho amici che una volta erano parenti. Poi diventati ex-parenti. E che ora sono praticamente mio fratello e mia sorella.

  • Gente che è stata lì quando ero in fondo a un pozzo.

  • Amici che mi hanno sentito piangere e con i quali ora bevo del buon vino e faccio lunghissime uscite in bici e parliamo di tutto sempre con un grande sorriso in faccia.

  • Amici ritrovati dopo 25 anni e che hanno dato un nuovo bellissimo gusto alla vita.

  • Amici che sento poco. Ma per i quali andrei ovunque in ginocchio se me lo chiedessero.


Ho amici che mi fanno i biscotti a metà settimana perchè sanno che così potranno mangiarli i raggi di sole perchè nel weekend non saranno con me.

E no. Non è stalkerare.

E' volere bene con un semplice gesto.


Amici:

Sono coloro, insieme ai miei figli e i parenti più stretti, per i quali vale la pena di vivere.


Gli amici sono coloro che sai che ci sono.

E loro sanno che tu ci sei.


Gli amici ti danno la mano, ti abbracciano e ti vogliono bene.

Nei momenti di grande bisogno.

Ma anche in piccoli gesti che potrebbero sembrare insignificanti.


Gli amici possono offrirti un divano e una coperta quando ne hai bisogno.

O ti possono dare del buon spumante perchè sanno che adori quella marca.


Amici come una videochat meravigliosa che ho fatto ieri in tarda sera.


O amici che, come accaduto in questi giorni, possono darti un'idea, senza saperlo, quando sei in blocco su un lavoro.


"Uffa, ho un lavoro a metà da tempo. Ho comprato il materiale quasi un anno fa.

Dai, Teudis devi finirlo!! Datti da fare! Devi trovare una soluzione per l'ingranaggio di apertura!"


E scrivo un messaggio:

"Angelo, sono in blocco. Ho questa idea ma non viene una soluzione che mi convinca. So che sei il mio uomo!"

"Ho capito Teudis. Ti invio subito qualche disegno. Una volta avevo usato un palo di una scopa per una cosa simile"


Cavolo! Un palo di scopa. Ho tentato con cerniere a scodellino, molle a gas e cerniere tradizionali. Nulla mi convinceva.

Angelo mi ha sbloccato.

E poi tutto è venuto da se'. In modo naturale, semplice, lineare.




Poio tagliato, bucato, unito, provato e costruito.



E oggi ho finito il mobile.

Stasera ho provato ad appenderlo al muro.

Da solo era impossibile. Ci ho provato.

Ma quasi mi slogo una spalla.


Amici:

"Ale, appena finisci di mangiare vieni da me? Mi serve una mano"

"Certo, dammi 10 minuti e sono da te".


Amici.

Quale cosa meravigliosa.


Questo confinamento ha aiutato a capire tante cose.

Amici:

- Meraviglioso averli in mente.

- Meraviglioso che ti abbiano in mente.

- Val la pena vivere per loro.



E comunque, grazie agli amici, ora posso mangiare sul balcone con i miei tre amati raggi di sole.

O con chi verrà.


Devo solo sistemare qualche dettaglio e dipingere di bianco come quello che avevo costruito l'anno scorso.


Amici.
Non ne servono molti.
La cosa importante è che siano veri.




91 visualizzazioni

EL

PINCHA UVAS