Pinchaúvas

 

1. s. m. y f. Persona spregevole: "Non ho voglia di avere alcun rapporto con questo Pincha uvas" (colloquiale)

2. Ladro che ruba cose di poco valore al mercato

Gran Diccionario de la Lengua Española © 2016 Larousse Editorial, S.L.

In italiano, ed in modo non letterale, potrebbe tradursi come quando si chiama un bambino amorevolmente "Ciaparat"

================

Mio nonno Teudis (el abuelo) è stato il primo delle quattro generazioni di Teudis della famiglia:

Teudis nonno, Teudis padre,

Io e Teudis mio figlio (che ha già detto che vuole continuare la tradizione...)

 

 

 

 

 

 
 
L' "abuelo" Teudis era un uomo tutto d'un pezzo.
Era un militare franquista che ha fatto la guerra in Russia con la Division Azul, dov'è  andato per poter  mantenere madre e fratelli e di cui non ha mai voluto raccontare nulla perchè probabilmente non era orgoglioso di ciò che erano stati obbligati a fare in quei tempi atroci.

All' "abuelo" e alla "iaia" (nonna) davamo tutti del Lei. Io l'ho fatto tutta la vita e lo hanno fatto anche i loro quattro figli e tutti i miei cugini. Era normale. Era una questione di rispetto che oggi sembra arcaica.

L'abuelo incuteva rispetto. Sempre.

 

Con lui si parlava rigorosamente in castigliano (anche se capiva il catalano) e bisognava ubbidire. Una sua parola detta non si discuteva. Mai.

 

L'abuelo Teudis era un uomo tutto d'un pezzo come ormai non ce ne sono più.

Ne aveva vissute l'abuelo. Tempi duri, guerre, Russia, povertà e quattro figli. Ma io ho conosciuto un uomo vero che mi educa anche oggi anche se ci ha lasciato tanti anni fa.

Perchè ho scelto come nome il Pincha Uvas?

 

Quando ho iniziato questa avventura del blog mi è venuto subito in mente lui.

Quell' uomo tutto d'un pezzo che mi chiamava sempre "Pincha uvas".

E quando lo faceva era delicato e dolce come solo un grande uomo può esserlo col suo adorato nipotino.

Mi sono sempre ricordato quei momenti.

Per questo ora sono felice di poter onorare l'abuelo chiamando il mio blog "Il Pincha uvas".

Non si può prescindere dalla storia. Io sono chi sono perchè c'era l'abuelo. Chiamare il blog "Il Pincha uvas" è come ricordare a me stesso che siamo ciò che siamo perchè qualcuno è stato ciò che è stato.

  • L'abuelo Teudis, la Iaia Antonia, l' "avi" Ton o la iaia Roser (i nonni materni) hanno iniziato a permettere tutto.

  • I miei amati genitori sono stati sequela per me.

  • Io lo sarò allo stesso modo per i miei amati tre raggi di sole.

EL

PINCHA UVAS

21-5-18-3920